Giuseppe Intrieri - Fotografia & Natura

Giuseppe Intrieri - Fotografia & Natura

Anfibi

Condividi

Gli Anfibi, con la loro presenza affascinante e versatile, si insinuano in una varietà di habitat, trasformando fiumi, cascate, laghi, piccoli stagni e persino fontane in scenari ricchi di vita e mistero. Queste creature, apparentemente fragili, si rivelano indicatori preziosi della salute ambientale, offrendoci sottili segnali sullo stato del nostro ecosistema.

La loro presenza delicata e la sensibilità agli ambienti circostanti li rendono veri e propri alleati nell’osservazione della natura. Quando gli anfibi prosperano, è spesso un segno che l’ecosistema in cui vivono è equilibrato e sano. Questi piccoli esseri, spesso sottovalutati, assumono così un ruolo cruciale nella comprensione della vitalità della nostra terra.

La loro straordinaria varietà e le caratteristiche uniche li rendono come creature provenienti da un’altra epoca, da quella natura antica e incontaminata che è nostro dovere proteggere. Fotografarli diventa un viaggio nel tempo, un’esperienza di connessione con le radici più profonde della Terra, dove la biodiversità esprime la sua bellezza in forme e colori unici.

I dettagli intricati delle loro pelli, le movenze eleganti e le abitudini comportamentali complesse trasportano chiunque li osservi in un mondo affascinante e, in qualche modo, magico. La fotografia naturalistica diventa così un mezzo per catturare l’essenza di questa bellezza, narrando storie di sopravvivenza, adattamento e interconnessione.

Nel cercare di immortalare gli anfibi nella loro interezza, siamo chiamati a riflettere sul nostro ruolo nella salvaguardia di questo patrimonio naturale straordinario. Attraverso l’obiettivo della fotocamera, possiamo non solo documentare la loro presenza, ma anche sensibilizzare il pubblico sull’importanza di preservare gli habitat che ospitano queste creature uniche.

La conservazione diventa quindi una missione condivisa, in cui il fotografo naturalista si trasforma in un ambasciatore della natura, diffondendo la consapevolezza e l’amore per il mondo che ci circonda. In ogni scatto, siamo chiamati a celebrare la diversità e a promuovere un impegno duraturo per proteggere gli anfibi e il loro delicato equilibrio nell’ecosistema, preservando così la bellezza di quel mondo antico che continua a ispirare e a incantare.

Gli Anfibi si dividono in”Anura” e “Urodela”. Gli Anuri, detto in maniera semplice sono quelli senza coda e quindi: Rane, Rospi ecc. Gli Urodeli sono quelli che hanno una coda e quindi Salamandre, Tritoni e simili. Qui di seguito qualche mia fotografia di questi splendidi animali fatte in questi anni.

Anura

Urodela

Condividi

Torna in alto